Via Cancellieri 30 51100 Pistoia
Telefono 338 4840935
email: nucleo.pistoia@guardiewwftoscana.it
Per le segnalazioni inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica indicato oppure inviare un messaggio scritto sul cellulare di servizio.
Per richiedere informazioni alle guardie chiamare il cellulare di servizio o eventualmente inviare un messaggio scritto.

  Padule di Fuchecchio



CINGHIALI- C.S.WWF: RISPETTATE TUTTE LE PROCEDURE DALL’OASI DYNAMO

Gli interventi effettuati sulla popolazione di cinghiale interna al perimetro dell’Oasi  Dynamo tramite cattura e successivo abbattimento da parte di agenti della Polizia Provinciale è parte di un piano di controllo promosso dalla Provincia di Pistoia a seguito di apposita autorizzazione della Regione Toscana, che segue  espressamente le Linee Guida previste dall’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e dal Ministero dell’Ambiente nei casi di gestione  del cinghiale all’interno di aree protette, laddove questo si renda necessario per  l’eccessivo numero di  esemplari e per ristabilire gli equilibri naturali.

Quanto avvenuto nell’area,  è il prodotto di un’attenta serie di studi e controlli da parte dei gestori dell’Oasi e i cui risultati sono stati presentati alla Provincia di Pistoia che ha proceduto nell’iter autorizzativo per un numero di esemplari coerente con le esigenze di conservazione del territorio.  E’ ben noto a tutti che le popolazioni  in eccesso di cinghiale possono creare seri danni agli ambienti naturali anche di pregio e alle colture in atto – come nel caso dell’Oasi Dynamo  e anche dei territori circostanti l’oasi –  e che attenti monitoraggi  – come nel caso in questione – e l’eventuale attivazione di misure di controllo sono indispensabili, nel rispetto delle regole siano esse di natura normativa che di corretta gestione della fauna.

Il WWF ritiene che il soggetto gestore dell’oasi, che non è direttamente l’associazione,  abbia svolto con competenza e correttezza tutte le operazioni e le procedure necessarie all’intervento oggetto della contestazione. L’Oasi Dynamo è gestita dalla proprietà  (gruppo Kme) in maniera autonoma e  il WWF, attraverso l’affiliazione al Sistema delle Oasi, ne riconosce la validità della programmazione e la qualità degli interventi che vengono effettuati nell’area.

Non va dimenticata  l’importanza che l’Oasi Dynamo riveste in termini di tutela e conservazione di un  territorio di alta valenza naturalistica e paesaggistica, in diretto collegamento con il Dynamo Camp, cioè ad una delle operazioni più straordinarie nel campo della solidarietà e del sociale a livello nazionale (campi vacanze per bambini con gravi patologie). Quando nel 2006 prendeva inizio il Progetto Dynamo, nessuno poteva immaginare i risultati che si sono raggiunti. Basti ricordare che l’area era in abbandono, che si poteva cacciare, che non c’era una gestione del territorio. Oggi l’area è protetta, sta riacquistando l’aspetto originario, è luogo di studio, d’incontro, di sviluppo compatibile, grazie anche al recupero delle attività agrosilvopastorali tradizionali e tipiche di questo tratto d’Appennino.

Roma, Firenze 5 aprile 2013

Ufficio Stampa WWF Italia,  06 84497213/265 –  349 0514472, 02 83133233 – 329 8315718

WWF Toscana 055.477876 320.4450154